Tu sei qui

News

PRESIDENTE D'AMELIO:OPEN DATA FONDAMENTALI ANCHE CONTRO FAKE NEWS CONVEGNO INTERNAZIONALE IN CONSIGLIO REGIONALE

17 Aprile 2018
"Il   progetto  europeo Horizon 2020 che si conclude oggi è stato di grande interesse. Per due ragioni: esso punta sull'innovazione e sull'apertura al cittadino, con l'obiettivo di coinvolgere le persone per realizzare e costruire una democrazia digitale, utilizzando lo strumento degli open data per garantire trasparenza, semplificazione e partecipazione. E' quanto ha affermato la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D'Amelio, intervenendo, stamani, al convegno internazionale sugli Open data per la Trasparenza e la Partecipazione, che si è tenuto nell'Aula consiliare. Al convegno, organizzato dal Dipartimento di Informatica dell'Università di Salerno in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, e che rappresenta l'evento conclusivo del progetto europeo "Horizon 2020 Route-To-Pa, ha visto la partecipazione, tra gli altri, dell'assessore regionale alla Internazionalizzazione, Sturt-up e innovazione, Valeria Fascione, del vice presidente vicario del Consiglio regionale, Tommaso Casillo, del consigliere Questore alle finanze, Antonio Marciano, della Presidente della Commissione Speciale Trasparenza, Valeria Ciarambino, della Presidente della Commissione Sburocratizzazione, Maria Grazia Di Scala, del Presidente della Commissione speciale Terra dei Fuochi, Gianpiero Zinzi, del Direttore del Dipartimento di Informatica dell'Università di Salerno, Alfredo De Santis, del docente del Dipartimento di Informatica dell'Università di Salerno, Vittorio Scarano, del Direttore tecnico dei Sistemi Informativi del Consiglio Regionale della Campania, Giuseppe Ferretti, del direttore generale per la internazionalizzazione di Agid, Daniela Intravaia, del dirigente tecnologo ICT di Istat, Natale Renato Fazio, e dei rappresentanti di tutti i partner europei del progetto. E' un progetto che ha anche un suo richiamo all'attualità, perché assegna un valore aggiunto al dato che viene rilevato, rielaborato e pubblicato in una rete sempre più insidiata dalle fake news, false notizie che, per il Rapporto Finale presentato il 12 marzo scorso proprio dalla Commissione Europea per combattere questo fenomeno, sono pura ‘disinformazione', campagne di menzogne ad hoc per inquinare il libero dibattito delle nostre democrazie alle quali occorre rispondere in maniera adeguata " ha aggiunto la Presidente D'Amelio " che ha aggiunto: "io credo che tutto ciò riguardi anche il tema degli open data, di cui discuteremo oggi, in particolare quando si tratta di valutare l'impatto sui cittadini delle piattaforme per la trasparenza. "Il Consiglio regionale della Campania è stato tra i primi in Italia a legiferare in materia con la legge14/2013 riguardante "Disposizioni in materia di trasparenza amministrativa e di valorizzazione dei dati di titolarità regionale". In questi tre anni " ha evidenziato la Presidente D'Amelio - abbiamo raggiunto risultati significativi sia sul versante dell'innovazione che su quello   degli Open Data. Questo non è un punto di arrivo, ma di partenza perché ancora molto dovremo lavorare per muoverci nella direzione di aprire l'Istituzione ai cittadini. L'assessore Fascione ha sottolineato l'importanza del progetto "nato tre anni fa e che vede una forte condivisione tra Giunta e Consiglio nel perseguimento degli obiettivi fondamentali della trasparenza e della partecipazione, che sono sfide importanti a beneficio dei cittadini, delle imprese, della società intera. Come Regione Campania abbiamo attuato un forte investimento di risorse per ricerca ed innovazione e per agenda digitale, che racchiude in sé gli obiettivi strategici fondamentali. Occorre puntare ulteriormente sull''apertura al mondo e alle esigenze dei cittadini e sulle competenze digitali, dalle quali il 45 per cento è lontana, e particolarmente nelle politiche di settore e, specificamente, nella sanità, un settore strategico che assorbe il 90 per cento delle risorse e richiede un sempre maggiore investimento sugli open data.   "Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati raggiunti con il progetto europeo Horizon 2020 che ha dato vita ad una comunità internazionale impegnata sulla grande sfida degli open data e, quindi, della trasparenza e della partecipazione " ha detto Scarano - , siamo particolarmente orgogliosi del lavoro di coordinamento svolto dall'Università di Salerno, che costituisce un immenso patrimonio di competenze, e siamo certi che la nostra sinergia con il Consiglio Regionale della Campania e con la Regione Campania darà ulteriori frutti per gli open data dei quali beneficeranno i cittadini della Campania in termini di trasparenza. "Siamo molto soddisfatti del lavoro compiuto fino ad oggi che ha visto il Consiglio Regionale della Campania in campo per avanzare nell'importante settore degli open data " ha sottolineato Ferretti -, in questi anni abbiamo rivitalizzato il Portale della nostra Istituzione e creato due importanti sezioni, Open Data e Open Mediateca, che consentono di aprire ulteriormente l'istituzione ai cittadini e di puntare sulla trasparenza totale ed anche sull'ulteriore impiego dei dati che vengono messi a disposizione. Ciò ha creato un processo virtuoso sul quale intendiamo puntare con grande determinazione e proseguendo questa importante collaborazione di respiro internazionale.

PARITA' DI GENERE: FIRMATO PROTOCOLLO D'INTESA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE E CONSIGLIERA REGIONALE PARITA'

20 Aprile 2018
Napoli, 20 aprile 2018 " E' stato firmato, stamani, nella sede del Consiglio regionale della Campania, dal Direttore Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, Luisa Franzese, e dalla Consigliera Regionale di Parità della Campania, Domenica Marianna Lomazzo,un Protocollo d'Intesa       per il "Superamento degli stereotipi di genere che influenzano i percorsi formativi ed alimentano fenomeni discriminatori. Hanno partecipato, la Presidente del Consiglio Regionale, Rosa D'Amelio, l'Assessore Regionale all'Istruzione, Lucia Fortini, e la Consigliere Regionale delegata alle Pari Opportunità, Loredana Raia. Sono intervenute, tra gli altri, Isabella Bonfiglio, Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Napoli, Antonella De Angelis, Consigliera di Parità della Provincia di Avellino, Anna Petrone, Consigliera di Parità della Provincia di Salerno, Francesca Sapone, Consigliera di Parità della Provincia di Caserta, Rocchina Staiano, Consigliera di Parità della Provincia di Benevento, Francesca Bagni Cipriani, Consigliera Nazionale di Parità, Simona Ricciardelli, Presidente della Consulta Regionale per la condizione della donna. Con la sottoscrizione del Protocollo, si confermano la volontà e l'impegno di sviluppare un rapporto di collaborazione finalizzato al coinvolgimento delle studentesse e degli studenti, del corpo docente e delle famiglie nell'ambito di attività e di progetti e di ogni altra iniziativa utile, volti alla sensibilizzazione sul tema della parità e delle pari opportunità e per il superamento degli stereotipi e delle discriminazioni di genere.  Per questo, si mettono in sinergia le Consigliere di parità territoriali e i rappresentanti dell'Ufficio Scolastico Regionale e si istituisce un Comitato paritetico coordinato da un rappresentante dell'Ufficio Scolastico Regionale. "Oggi è una giornata importante perché si dà vita ad una forte sinergia per favorire la cultura della parità di genere fin dall'età scolare perché è necessario puntare sull'educazione e sull'istruzione per far crescere nuove generazioni sotto l'insegna del rispetto delle diversita' e delle pari opportunità, basi fondamentali per una società civile nella quale ogni essere umano possa esprimersi al meglio " ha detto la Presidente D'Amelio che ha anche commentato i recenti episodi di violenze di studenti nei confronti di docenti che si sono verificati in alcune scuole italiane: "sono d'accordo con il Ministro Fedeli sul fatto che la scuola e le altre istituzioni devono reagire con determinazione ed in maniera esemplare contro gli studenti che si rendono responsabili di questi fatti gravi, anche escludendoli dagli scrutini finali, ma questa azione deve essere affiancata da una forte azione educativa nelle famiglie e nelle scuole. E' questo uno dei principi portanti della legge regionale contro il bullismo approvata, prima Regione in Italia, da questo Consiglio regionale". "La Regione Campania investe fortemente sulla scuola con il progetto ‘Scuola Viva' perché la scuola è il punto di riferimento della società ed è il luogo nel quale l'azione educativa dei docenti gioca il ruolo fondamentale per far crescere giovani con la cultura del rispetto delle diversità e contro ogni forma di discriminazione e di violenza " ha detto l'assessore Fortini. Il percorso, che porta alla formazione di adulti rispettosi delle diversità, inizia fin da bambini ed è nella scuola che si formano la cultura del rispetto e delle pari opportunità, una strada ancora lunga e difficile alla quale questo Protocollo di intesa potrà dare un importante contributo " ha detto la consigliera Raia. "Siamo particolarmente soddisfatti per la firma di questo Protocollo d'intesa che potrà creare gli strumenti ed i percorsi per favorire il contrasto alle discriminazioni di genere nelle scuole " ha detto il Direttore Generale Franzese " che, nel rispondere alle domande dei giornalisti, si è anche soffermata sui recenti casi di violenze di studenti nei confronti di docenti in alcune scuole italiane: "la risposta della scuola e dell'intera società a questi atti di violenza e di bullismo deve essere forte ed esemplare " ha sottolineato Franzese " per la quale "occorre indagare le radici profonde di questi comportamenti che evidenziano una perdita di punti di riferimento di fronte alla quale la scuola deve reagire rafforzando il proprio ruolo ed il proprio valore educativo. "Il Protocollo di intesa vuole mettere in campo strumenti concreti per promuovere la cultura delle pari opportunità e per contrastare le derive discriminatorie e violente che caratterizzano la nostra società ed investono anche il mondo giovanile e scolastico" " ha detto la consigliera Lomazzo.

OPEN DATA PER LA TRASPARENZA E LA PARTECIPAZIONE: CONVEGNO INTERNAZIONALE IN CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA - Martedì 17 aprile 2018 ore 9,30 Aula Consiliare "Giancarlo Siani

16 Aprile 2018
Napoli, 16 aprile 2018 " "Open Data per la Trasparenza e la Partecipazione: è il tema del convegno internazionale che si terrà martedì 17 aprile 2018 alle ore 9,30 nell'Aula "Giancarlo Siani del Consiglio Regionale della Campania, al Centro Direzionale di Napoli isola F13. Il Convegno, organizzato dal Dipartimento di Informatica dell'Università di Salerno in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, rappresenta l'evento conclusivo del progetto europeo "Horizon 2020 Route-To-Pa, coordinato dall'Università di Salerno, che coniuga esperienze e ricerca nei settori e-government, informatica, scienze cognitive ed economia, per valutare l'impatto sui cittadini delle Piattaforme per la Trasparenza basate su ICT. Interverranno ai lavori, che saranno articolati in due tavole rotonde, antimeridiana e pomeridiana, tra gli altri, la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D'Amelio, l'assessore regionale alla Internazionalizzazione, Sturt-up e innovazione, Valeria Fascione, il Vice presidente vicario del Consiglio Regionale della Campania, Tommaso Casillo, il consigliere Questore alle finanze del Consiglio Regionale della Campania, Antonio Marciano, la Presidente della Commissione Speciale Trasparenza, Valeria Ciarambino, la Presidente della Commissione Sburocratizzazione, Maria Grazia Di Scala, il Presidente della Commissione Speciale Terra dei Fuochi, Gianpiero Zinzi, il Direttore del Dipartimento di Informatica dell'Università di Salerno, Alfredo De Santis, il docente del Dipartimento di Informatica dell'Università di Salerno, Vittorio Scarano, il Direttore tecnico dei Sistemi Informativi del Consiglio Regionale della Campania, Giuseppe Ferretti,il Direttore Generale per la internazionalizzazione di Agid, Daniela Intravaia, il Dirigente Tecnologo ICT di Istat, Natale Renato Fazio, e i rappresentanti di tutti i partner europei del progetto.

PRESIDENTE D'AMELIO: 8 MARZO, DONNE FONDAMENTALI IN PROCESSO INTEGRAZIONE EUROPEA

7 Marzo 2018
E' una mostra importante che è stata già esposta a Roma ed Avellino. Credo che sia un messaggio forte che vogliamo dare per l'8 marzo: spesso quando parliamo di Europa si pensa agli uomini, da Spinelli a De Gasperi. Uomini italiani importanti che hanno contribuito a costruire il messaggio dell'Europa unita, ma anche molte donne come è ricordato in questa mostra, basti citare Sofia Corradi madre dell'Erasmus.  Un messaggio che oggi spesso viene messo in discussione da egoismi che affiorano". E' quanto ha affermato la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D'Amelio partecipando all'inaugurazione della mostra-progetto "Le Madri Fondatrici dell'Europa" a cura di Maria Pia Di Nonno, per le celebrazioni dell'8 Marzo, Festa della Donna, fino al 14 marzo. La mostra potrà essere visitata fino al 14 marzo.

Presidente D'Amelio: morte Necco, profondo cordoglio Consiglio regionale

13 Marzo 2018
"A nome del Consiglio regionale della Campania esprimo profondo cordoglio per la scomparsa di Luigi Necco che ci addolora profondamente." Così dichiara la Presidente del Consiglio, Rosa D'Amelio. "Uno dei volti più noti del giornalismo televisivo, ricordiamo tutti i collegamenti dagli stadi di Napoli e Avellino. Ma - sottolinea la Presidente D'Amelio - Necco non era solo un bravissimo giornalista sportivo. Sorridente, pungente, lavorava sempre con passione, dalle telecronache sportive alle inchieste sui fatti di cronaca. Per lui, sino alla fine, fare il giornalista significava raccontare, indagare, capire ciò che accadeva, testimoniava un impegno civile, una tensione ideale con la quale affrontava temi delicati, come ad esempio le inchieste sulla camorra degli anni 80 o sul terremoto in Irpinia."

D'AMELIO ELETTA NUOVA COORDINATRICE DELLA CONFERENZA DELLE ASSEMBLEE LEGISLATIVE REGIONALI

7 Maggio 2018
Napoli, 7 maggio 2018 " La Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D'Amelio, è la nuova Coordinatrice della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative delle Regioni e delle Province Autonome. L'elezione è avvenuta questa mattina, nel corso della riunione plenaria della Conferenza a Roma. D'Amelio succede a Franco Iacop, Presidente uscente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, del quale era già vice coordinatore. "Sono molto orgogliosa e felice che, per la prima volta, una Regione del Sud, la Campania, giunga alla guida della Conferenza delle Assemblee Legislative delle Regioni, in un momento storico e politico, particolarmente delicato, in cui è necessario rilanciare il ruolo legislativo e l'autonomia delle Regioni ed il rapporto tra esse e lo Stato, nell'ottica di un'Italia unita, anche sul piano economico e sociale, forte e valorizzata in tutte le sue magnifiche differenze " ha detto la presidente D'Amelio, visibilmente commossa. "Ringrazio il Presidente uscente Iacop per il lavoro egregiamente svolto in questi anni - ha concluso - e continuerò nella stessa direzione, valorizzando e lavorando in squadra, come da sempre sono abituata a fare".

IL CONSIGLIO HA APPROVATO IL COLLEGATO ALLA LEGGE DI STABILITA' REGIONALE PER L'ANNO 2018

1 Agosto 2018
Napoli, 1° agosto 2018 Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Rosa D'Amelio, ha approvato (con 31 voti favorevoli e 15 contrari, su 46 votanti) il maxiemendamento al disegno di legge "Misure per l'attuazione degli obiettivi fissati dal DEFR 2018/2020. Collegato alla Legge di Stabilità Regionale per l'anno 2018, e, poi, con 31 voti favorevoli e 16 contrari, su 47 votanti, il disegno di legge, sul quale il Presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca,  ha posto la questione di fiducia,  ai sensi dell'art. 49 dello Statuto della Regione Campania   "Il maxiemendamento sostitutivo del testo del Collegato interviene su temi fondamentali tra i quali il fondo per il trasporto ferroviario delle merci, l'utilizzo delle economie sui mutui contratti dagli enti locali con la cassa depositi e prestiti, la liquidazione degli Iacp nell'ambito della riforma che ha dato vita all'Acer nell'interesse della ottimale gestione delle case popolari e a tutela degli inquilini, gli interventi a sostegno degli istituti per la ricerca e il sostegno economico alle donne colpite da tumore e dalle conseguenze dei trattamenti chemioterapici, la nascita della Società regionale unica del Polo ambientale, l'avvio del piano per la ricognizione dello stato della qualità dell'aria dei comuni campani " ha spiegato il Presidente della Commissione Regionale Bilancio, Francesco Picarone - , un Collegato che mette in campo interventi significativi sul piano economico e sociale e che si inserisce nell'azione politica di ampio respiro e di grande svolta messa in campo dal Presidente De Luca e dalla maggioranza regionale. Al dibattito consiliare sono intervenuti i consiglieri regionali Luciano Passariello (FdI), Alfonso Longobardi (De Luca Presidente), il capo dell'opposizione di centrodestra, Stefano Caldoro, i capigruppo di M5S, Gennaro Saiello, e di FI, Armando Cesaro, il consigliere segretario dell'Ufficio di Presidenza Vincenzo Maraio (Campania Libera, Psi, Davvero Verdi), il questore alle finanze, Antonio Marciano (Pd), la consigliera Maria Grazia Di Scala (FI), il consigliere Alberico Gambino. Ha concluso il dibattito il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

VERTENZA AUCHAN: AUDIZIONE IN COMMISSIONE LAVORO E ATTIVITA' PRODUTTIVE MARRAZZO: INSPIEGABILE ASSENZA SINDACATI

23 Aprile 2018
Napoli, 23 aprile 2018 " "E' inspiegabile l'assenza dei sindacati al tavolo dell'audizione, stamani, in Commissione, sulla vertenza Auchan, anche perché avremmo voluto sentire anche la loro opinione su una vicenda che, oggi, è apparsa diversa da come è stata presentata.E' quanto ha affermato il Presidente della Commissione Regionale Lavoro e Attività Produttive, Nicola Marrazzo, al termine dei lavori dell'organismo consiliare convocato per ascoltare i rappresentanti di Auchan sulla vertenza che riguarda l'ipermercato di Via Argine, a Napoli."Scriverò ai sindacati una lettera formale per comprendere le motivazioni di questa assenza e, comunque, la Commissione non ‘mollerà la presa' fino a quando non avrà certezza che tutti i posti di lavoro sono stati salvaguardati, secondo le diverse soluzioni che sono state prospettate dalla proprietà e che potranno entrare nel concreto proprio a seguito del confronto con i sindacati.  E sarò pronta a riconvocarla subito dopo questo incontro per poter condividere il percorso anche con l'Istituzione consiliare " ha aggiunto Marrazzo.All'audizione hanno partecipato l'Assessore regionale al lavoro, Sonia Palmeri, il consigliere regionale Questore alle finanze del Consiglio regionale, Antonio Marciano, il consigliere regionale del M5S, Gennaro Saiello, i dirigenti di Auchan Eustachio Tarquinio, direttore delle risorse umane, e Vincenzo La Croce.  Presente anche una rappresentanza dei lavoratori dell'Auchan di via Argine.  "La vicenda Auchan di via Argine ha qualcosa di curioso se non di inquietante. L'azienda in modo unilaterale ha deciso la chiusura del sito di Napoli Est. Vicenda discutibile sul piano della qualità delle relazioni sindacali e del rispetto che si deve alle istituzioni pubbliche del territorio dove ricade questo investimento. Difatti la Regione Campania solo oggi in sede di audizione in Commissione Lavoro ha avuto modo di incontrare ufficialmente la proprietà e di conoscere in modo assolutamente approssimativo il percorso che la società intende seguire per garantire la continuità lavorativa "alla gran parte dei lavoratori fino ad oggi impegnati a via Argine " ha detto Marciano, che ha aggiunto: "senza voler trascurare le ragioni delle diseconomie portate a giustificazione della scelta di chiudere questa esperienza ritenuta imprenditorialmente fallimentare, la modalità con la quale sta vivendo questa vicenda lascia più di un dubbio. Bene hanno fatto il Presidente Nicola Marrazzo e l'Assessore al lavoro Palmeri a chiedere l'aggiornamento del confronto in sede di commissione consiliare a valle di un incontro che ci sarà tra organizzazioni sindacali e proprietà nei prossimi giorni. Da difendere c'è prima di tutto il destino dei 138 lavoratori e questo può passare soprattutto attraverso un dialogo corretto e rispettoso tra Regione Campania, proprietà e rappresentanti dei lavoratori. "Siamo venuti a conoscenza di questa vicenda da una lavoratrice perche' Auchan non ha ben comunicato su questa vicenda e non ha ricercato un confronto con le Istituzioni che, quotidianamente, si occupano delle vertenze delle aziende che vendono a rischio i proprio livelli occupazionali " ha detto l'Assessore Palmeri " alla luce dell'audizione di stamani, necessitiamo di maggiore chiarezza e di certezze sul futuro dei lavoratori e sulle condizioni che il nuovo player intenderà applicare. Per questo è fondamentale che l'azienda si confronti con gli assessorati regionali al lavoro e alle attività produttive a tutela di tutti i lavoratori e per verificare fino in fondo se non ci sia la possibilità da parte di Auchan di rivedere le proprie decisioni riguardanti il futuro dell'ipermercato di via Argine. L'assessore Palmeri ha anche chiesto all'azienda di non chiudere con la cessione del ramo d'azienda il 30 aprile.  "Se non ci sono margini per il futuro di via Argine, ci chiediamo perché si è arrivati al 23 aprile per fare chiarezza su questa difficile vertenza " ha detto Saiello " per il quale "anche in questo caso sono i lavoratori a pagare sulla propria pelle logiche aziendali fallimentari ed azioni sindacali incomprensibili. Da parte nostra, metteremo in campo ogni impegno per dare il nostro contributo al mantenimento dei livelli occupazionali e per scongiurare l'ennesimo abbandono da parte di una attività commerciale che andrebbe ad impoverire un territorio già in grave difficoltà. "L'assenza del sindacato, oggi, a questa importante e utile audizione non ci aiuta  "  ha detto Mina Evangelista , lavoratrice di Auchan di via Argine  - , la nostra speranza è che, con l'aiuto delle Istituzioni, si possa concretizzare un percorso che ci salvaguardi tutti e che possa restituire speranza alle nostre famiglie che, da quando è ‘esplosa' la notizia dei nostri licenziamenti, hanno perso ogni serenità. "Auchan non ha mai dichiarato di abbandonare la Campania e il Sud e non sono coinvolti nella problematica gli altri iper mercati della Campania  " ha premesso Eustachio Tarquinio " che ha aggiunto:  "abbiamo letto sulla stampa dichiarazioni che non abbiamo mai fatto, siamo coscienti di aver fatto una scelta difficile ed impopolare, ma gli attacchi subiti sono inspiegabili anche tenuto conto che la nostra azienda è da tempo presente in Campania con cinque punti di vendita ed è impegnata per il territorio, ha stipulato per tutti i dipendenti contratti a tempo indeterminato, ha 1400 prodotti campani nei propri ipermercati, 40 prodotti campani vengono esportati attraverso Auchan nell'est Europa, e si è spesa per attività sociali, attraverso la propria fondazione ed altre associazioni, anche a beneficio della cosiddetta Terra dei Fuochi.  Il  problema  - ha chiarito - riguarda solo l'ipermercato di via Argine che, aperto nel 2010, ha sempre fatto registrare perdite per un totale di quindici milioni. Da qui la scelta di uscire dal ramo d'azienda e di sottoscrivere un contratto preliminare per l'affitto del ramo d'azienda ad un player che si farà carico di assumere 70 collaboratori, più della metà dell'attuale personale, che lavorano in questo ramo,  con il medesimo contratto terziario, distribuzione e servizi, mentre per i restanti 68 lavoratori si aprirà il confronto sindacale  e si entrerà nel merito delle possibili soluzioni, che vanno dal trasferimento in altri punti vendita campani non interessati da ammortizzatori sociali, ai trasferimenti su base volontaria in altri ipermercati in Italia, all'assorbimento in servizi che potranno essere internalizzati,  all'inserimento in altre aziende campane esterne ad Auchan, agli incentivi all'esodo su base volontaria.  Nei prossimi giorni ci aspettiamo la convocazione da parte dei sindacati per entrare nel merito delle questioni, come previsto dalla norme vigenti. Fino a quando questo confronto non avverrà, sarà difficile giungere alla soluzione. 

REGIONI, D'AMELIO: COSTITUZIONE E' UNICA GARANZIA PER INVESTITORI E CREDIBILITÀ PAESE

28 Maggio 2018
"La nostra Costituzione è l'unico bene irrinunciabile quale garanzia per gli investitori e la credibilità del Paese. E' quanto afferma la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D'Amelio.  "Gli eventi di questi ultimi due giorni hanno dimostrato ancora una volta che, pur tra le mille difficoltà cui siamo chiamati a dare una risposta, la nostra Carta costituzionale ha saputo tenere in un momento di grande ed inaudita tensione istituzionale. Per questo motivo " aggiunge D'Amelio, nella sua qualità Coordinatrice della Conferenza delle Assemblee delle Regioni e delle Province autonome,  che, tra i suoi compiti, partecipa tra l'altro in qualità grandi elettori alla elezione del Presidente della Repubblica " vorrei sottolineare l'importanza che in questo momento riveste la consapevolezza che il rispetto della Costituzione è unico strumento propulsivo alla risoluzione dei problemi del Paese. In questo il Presidente della Repubblica ha ricordato che rispettare la volontà degli elettori vuol dire innanzitutto rispettare e far rispettare la nostra Costituzione. Le regole fondamentali dello stare insieme di una comunità si possono e si devono adattare al mutare delle condizioni sociali e politiche ma mai, e ripeto mai, possono essere messe in discussione a fini elettorali e propagandistici o ancor peggio al fine del tentativo di scardinamento del sistema democratico.

D'AMELIO: C'E' TRAGICA CONNESSIONE TRA CONQUISTE DELLE DONNE E FEMMINICIDIO, PUNTARE SULL'EDUCAZIONE

20 Marzo 2018
Inaugurata in Consiglio regionale "Fotografia di una Storia, mostra fotografica sul Femminismo   "Fotografia di una storia", 1968-2018 femminismo e movimenti delle donne a Napoli e in Campania:  è il titolo della mostra fotografica promossa dal Consiglio Regionale della Campania, dalla Commissione Pari Opportunità, dalla Consulta Regionale femminile e dall'Osservatorio sul fenomeno della violenza sulle donne, a cura di Luisa Festa,  che è stata inaugurata, stamani, nell'area "Biblioteca Raffaele Delcogliano" della sede del Consiglio regionale della Campania. Hanno partecipato la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D'Amelio, la consigliera regionale delegata alle pari opportunità, Loredana Raia, le Presidenti degli organismi Natalia Sanna, Simona Ricciardelli, Rosaria Bruno, la curatrice Luisa Festa. "Questa mostra fotografica ritrae alcune immagini del movimento femminista in Campania e tutto ciò che esso ha significato, nella nostra Regione e nel Paese, in termini di conquiste per l'autonomia e la libertà delle donne e di civiltà dell'intera società e del mondo " ha sottolineato la Presidente D'Amelio -  per la quale "c'è una tragica connessione tra tali conquiste e il drammatico fenomeno dei femminicidi, che vede una donna uccisa ogni 60 ore e ben 18 donne uccise nel nostro Paese dall'inizio dell'anno, perché l'affermazione e l'autonomia delle donne vengono vissute da certi uomini, che intendono l'amore e i rapporti familiari come possesso, come una minaccia al loro potere e alla loro supremazia. C'è ancora tanto lavoro da fare per porre fine a queste derive e occorre puntare sull'istruzione scolastica e sull'educazione familiare per formare nuove generazioni di uomini rispettose delle donne, del loro valore e della loro indipendenza.
Vai al top della pagina